Lo confesso, è faticoso. Per una che non aveva esperienza di campagne elettorali, neppure da “volontaria delle primarie” è piuttosto faticoso stare dietro a tutto. E in alcuni momenti assale anche lo sconforto, quando in molti ti domandano: allora come va? li hai raggiunti i 400 voti? ah no? e come pensi di fare? ma stai organizzando cene? stai facendo porta a porta? stai chiamando tutti i tuoi compagni delle elementari?… ecc.
Senza parlare del tempo sottratto al lavoro, alla vita personale e a tutto il resto.

Anche perchè a me piace il confronto, argomentare, non cercar voti a casaccio. I commentatori di questo blog se ne saranno resi conto, cerco di rispondere a tutti e magari raccogliendo le provocazioni. Mi guardo i link segnalati e mi leggo le cose riportate, e cerco di argomentare le risposte.

Ci vuole tempo. Mi domando quanti altri lo facciano!

Ma io non voglio convincere nessuno, io sono davvero e sinceramente convinta che Matteo Renzi possa portare una visione nuova a Firenze, possa cambiarla, rompendo con certe logiche e meccanismi del passato, e lo dico non perchè sono un’invasata, ma perchè ho avuto modo di ascoltarlo, di parlarci e sentire le sue risposte alle domande della gente.

valdo spiniQuando ho visto Valdo Spini e l’ho sentito parlare, ho capito che non poteva essere il nuovo per Firenze. Non credo sia una cattiva persona, non lo conosco, ma una persona che ha lavorato per 30 anni nel mondo della politica, che è stato ministro, che era a fianco di Craxi e amico di Andreotti, che ha cambiato 5 schieramenti politici in 2 anni, io non riesco a vederlo come il futuro di Firenze. E’ un bravo politico, ma di vecchio stile. E credo che oggi serva altro.

giovannigalliAnche Giovanni Galli è nuovo, certo, ma lo è forse un po’ troppo: se è vero che noi tutti della lista Facce Nuove proveniamo da un costesto diverso rispetto alla politica (dei partiti), trovo un po’ eccessivo avere un sindaco che si candida dicendo “io non sono un politico“. Io vorrei esser comunque “guidata” da una persona che sa già un minimo come si amministra una realtà pubblica. Matteo ha fatto un ottimo lavoro in Provincia e spererei riuscisse a farlo anche per la città di Firenze.

Capisco che tanti ancora abbiano dubbi. I sondaggi dicono che nonostante un lieve vantaggio di Renzi su Galli e una frammentazione per tutti gli altri candidati, che non porta alcun vantaggio se non la certezza di arrivare al ballottaggio, ci sia ancora una quota impressionante di indecisi. Indecisi su chi votare e indecisi se andare a votare!

Comprendo la rabbia e la delusione – che anch’io provo – per come si è ridotta Firenze negli ultimi anni. Proprio per questo voglio cambiare.

Se siete curiosi di sentirlo parlare di persona, vi invito al Teatro della Pergola lunedì sera alle 21, dove Matteo Renzi presenterà la Firenze del futuro.