comunale pienoIeri sera davanti  a un Teatro Comunale gremito, Matteo Renzi ha presentato quanto è stato fatto dei famosi 100 punti del suo programma elettorale.

Anche se non tutti sono stati portati a termine è ammirevole che un Sindaco si dia da solo un metro di giudizio e si faccia misurare dai cittadini su qualcosa di concreto.

Tra i tanti argomenti ecco alcuni di quelli più “caldi”:

Tramvia. La linea attuale (linea 1) è in fase di test. Partirà entro inizio anno. La linea 2 che collegherà non solo Peretola ma anche il polo universitario di Sesto Fiorentino al centro di Firenze, sarà fatta in 3 anni con una logica diversa: si lavora di notte, si apre un pezzetto di cantiere per volta e si faranno pali più sottili.

Parcheggi. Via i parcometri, arrivano gli abbonamenti. Le 13 ZCS saranno ridotte a 5 per evitare che chi abita al confine fra 3 diverse aree non possa parcheggiare da nessuna parte! Le 5 nuove zcs corrisponderanno grosso modo ai quartieri. Anche le ztl saranno ridotte a 2.
Negli ospedali da 3 giorni si parcheggia gratis
nelle ore del passo. Oltre a cio’ ognuno dei 3 ospedali coinvolti (Meyer, Careggi, Torre Galli) ha a disposizione un numero di posti auto da assegnare a chi ha necessità di prolungare le visite.

Lavaggio strade. E’ partita la sperimentazione per farlo senza far spostare le auto. Ci sono solo 2 problemi: la lentezza e la grandezza del macchinario che esclude il 50% delle strade di Firenze. per quel 50% è previsto un sistema di accordi con parcheggi e altre realtà che hanno posti auto non utilizzati di notte (vedi supermercati).

Contemporaneità. A Firenze non servono altri musei di arte contemporanea, abbiamo già il Pecci di Prato. Ma servono spazi contemporanei in città, atelier, una città contemporanea. Cita come esempio le Murate il progetto di riqualificazione di tutto il quartiere intorno a Largo Annigoni.

Apertura biblioteche e musei fino a mezzanotte. Cita le Oblate e le domeniche di Palazzo Vecchio.

Buche da coprire: chiede aiuto alla Camera di Commercio. Se servono 2 milioni di euro, uno ce lo mette il comune di Firenze, l’altro lo chiede alla Camera di Commercio.

Musei. Chiede collaborazione alla sovrintendenza del Polo Museale: la Leonardo Card si puo’ fare in 20 giorni! Ma non ha senso senza Uffizi, Accademia e Pitti.

E molto molto altro. I 100 punti li trovati sui suoi siti: http://www.matteorenzi.it/

 

 

 

 

Annunci

In attesa della definizione del Consiglio Comunale sono tutti molto agitati a Firenze. Renzi confermerà certi ruoli a persone note di Firenze? oppure oserà scegliendo nomi nuovi?

Ieri c’è stato il cambio della guardia: Domenici se n’è andato dicendo: “Avevo sconsigliato a Matteo Renzi di candidarsi, lui non mi ha dato retta e ha vinto… ” eh eh

E ora c’è il toto-assessori… Giani farà il presidente del Consiglio Comunale? E la Tea Albini? Nardella alla cultura?
E poi c’è LA questione ATAF, che oggi ha riparalizzato la città con il suo sciopero.

Comunque per la nomina dei consiglieri pare sarà il 13 luglio.

E dopo potremo partire a contare i famosi 100 giorni.

Forza e coraggio Matteo ti aspetta un bel lavoro!