Fra i tanti che mi hanno scritto dopo i risultati elettorali qualcuno mi ha detto “Elena hai puntato sul mezzo sbagliato, Internet non funziona“.

Premesso che io sono abbastanza contenta del mio risultato (che dopo le questioni delle schede annullate ingiustamente mi fa intravedere dei numeri diversi rispetto a quelli ufficiali) è pur vero che per molte fasce d’età Internet è ancora un mezzo minore.
Io ero sinceramente convinta che dialogare con i potenziali elettori tramite un blog fosse un segnale di trasparenza. Ma capisco che certe persone preferiscono la classica campagna elettorale a suon di cene e volantini.

Il “fallimento” delle liste civiche purtroppo ha pagato il pegno per non aver ricevuto un’adeguata promozione anche offline. Come dico sempre nelle mie lezioni di web marketing, la gente ricerca online le cose su cui riceve messaggi pubblicitari dai media tradizionali. Non essendoci stata sufficiente comunicazione sulle liste, la gente non le ha neppure cercate.

L’ho visto anche dalle statistiche: pochi o quasi nulli gli accessi arrivati tramite parole chiave quali “lista civica facce nuove” o “lista Renzi”.

Ma su questo e altri errori Matteo si è già confrontato con noi candidati durante la riunione di settimana scorsa, dove con molta umiltà ha ammesso di aver sbagliato, di non aver saputo comunicare bene con gli elettori, convincendoli non tanto sulla sua persona (che può piacere o meno) quanto sulla fattibilità del suo programma.

Intanto segnalo un interessante articolo a tema indicatomi da Andrea Gori, letto su minimarketing:

Il primo auto-inganno è quindi associare alle sconfitte della sinistra, o comunque alla sua perenne sotto rappresentazione nel paese reale rispetto agli ambienti degli early adopter, una sconfitta del web, che nella loro visione dovrebbe appunto avere l’obiettivo o comunque l’ambizione di “spostare i voti”. Cioè – si dice – se online noi siamo la maggioranza, ma non riusciamo ad avere la maggioranza nel paese, la colpa è del web in quanto strumento, che fallisce il suo obiettivo, “non sposta niente (ancora)”.
Trovate tutto l’articolo qui>>
http://www.apogeonline.com/webzine/2009/06/15/nella-rete-delle-elite-internet-non-sposta-voti

Annunci