Ieri sera sono andata in piazza Annigoni per la “festa” di chiusura campagna, che pero’ fra la pioggia e il clima di scaramanzia era molto sotto tono. Ma non è un problema. Ci sarà (spero) modo di festeggiare poi. La verità è che eravamo tutti molto stanchi! Verso Mezzanotte mi sono spostata con un paio di amici in centro, passando da un Sant’Ambrogio affollato, dove i riscio’ dei grillini con la presenza del candidato sindaco Alfonso Bonafede distribuivano i volantini.

Proprio di volantini vorrei parlare. La città di Firenze è stata letteralmente sommersa da quintali di carta (che spreco: io ne ho fatti 1000 perchè mi hanno detto che era “obbligatorio” ma so di persone che ne hanno stampati 20.000!!!).
Ogni casella della posta e parabrezza è stato invaso da depliant, volantini, santini, biglietti con vota tizio e vota caio. Mi domando quanto queste strategie siano efficaci. So che – mio malgrado – anche parte dei miei volantini sono finiti in questo modo e questo mi dispiace.
Mi domando anche chi possa decidere di votare per un nome solo per averlo visto su un rettangolino di carta, senza averci mai parlato o aver mai letto le sue idee, il suo programma

magnete facce nuove palazzo vecchioMi è piaciuta molto di più l’idea che a livello di lista è stata scelta: quella di fare dei magneti per la Lista Facce Nuove Palazzo Vecchio anche se, anche qui… c’è molto da dire.
L’idea della calamita mi sembrava pur nell’idea del guerrilla marketing politico, molto più ecologista, perchè in genere uno non lo butta per terra e non rimane a giro per Firenze. Almeno questo pensavo.
Ma mi sono dovuta ricredere a causa dell’inciviltà e della scorrettezza di alcune persone.
Ieri pomeriggio in viale don Minzoni la strada era piena di magneti per terra. Ho subito capito che non poteva essere una reazione spontanea delle persone (che tutti avessero deciso di buttare a terra il magnete attaccato a un palo o a una macchina?? ) e ne ho avuto conferma qualche ora dopo quando un collega di lista mi ha detto che un nostro “concorrente” è passato a rimuoverli e buttarli a terra.

Io ho raccolto quelli in viale don Minzoni (anche per rimuovere un “sudicio” che comunque dipendeva dalla mia lista) e ho pensato “va bene, per non dare noia a nessuno ora li attacco tutti alla mia macchina, che mi sembra anche una cosa simpatica” e così ho fatto, con una macchina effetto dalmata! La sera poi l’ho parcheggiata in zona S.Ambrogio. Beh non potevo credere ai miei occhi quando alle una sono tornata a prendere l’auto e l’ho trovata senza neppure 1 magnete! ma con 4 volantini elettorali. Uno dei 4 aveva certosinamente rimosso tutti i miei magneti.
Perfino dalla mia macchina mi sono stati tolti!!!

Questa lotta alla visibilità di basso livello la trovo assurda. Spero di non assistere più a una cosa del genere.
E ho capito che non è imbrattando la città che si vince le elezioni!

Annunci