Ultimi giorni infuocati di campagna elettorale, dopo la visita del premier Berlusconi a Firenze (contestato o no?), ieri sera era la volta di Pierluigi Bersani, che davanti alla Stazione Leopolda ha intrattenuto una platea molto più pacata di ieri l’altro, ma altrettanto curiosa di sapere cosa ne sarà della nostra amata Firenze.

Il ministro Bersani attacca Berlusconi (con un certo stile) e difende Prodi, ma qua e là si ricorda anche di Matteo Renzi, candidato sindaco di Firenze. L’ho trovato un uomo intelligente e a tratti pungente nella sua ironia, con un bell’accento piacentino. Anche se non condivido tutte le sue posizioni, soprattutto quelle molto allineate al partito, globalmente mi è piaciuto. Forse un po’ lungo… o forse era l’orario tardo!

Il prossimo ospite importante atteso a Firenze? si vocifera sia il turno di Brunetta

Annunci